HOME
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (17).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (23).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (7).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (22).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (2).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (15).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (5).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (10).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (2).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015.jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (3).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (6).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (9).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (5).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (7).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (11).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (14).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (12).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (8).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (20).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco.jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (8).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (1).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (4).jpg
  • Ancore d'Aria - Scighera 2015 (4).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (21).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (13).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (16).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (18).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (1).jpg
  • Ancore-dAria---Castello-Sforzesco-18.jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (6).jpg
  • Ancore d'Aria - Castello Sforzesco (3).jpg
  • ANCORE D'ARIA e la CIRCLESONG
    Le Ancore d'Aria sono un laboratorio vocale e di sperimentazione, lavoriamo sulle Circlesong dal 1997 e da molti anni la fine dei nostri concerti è caratterizzata da questo momento gioioso sacro e sorprendente che condividiamo con il pubblico coinvolgendolo sempre nel canto.

    Da poco abbiamo aperto al pubblico un nuovo tipo di evento che condividiamo circa due volte l'anno. Si tratta di quello che noi chiamiamo MEGACIRCLESONG.

  • QUANDO NASCE IL FENOMENO CIRCLESONG?
    La circlesong è stata inventata e proposta per la prima volta da Bobby McFerrin negli anni '80 che, con la sua formazione Voicestra, ha portato sui palchi dei più importanti festival del mondo, per la prima volta, un concerto di sole improvvisazioni vocali da lui condotte. In questi 30 anni la Circlesong sono diventate un vero e proprio fenomeno sociale, moltissimi cori e gruppi di persone hanno inserito questa pratica all'interno delle loro attività usandola come training o come momento di affiatamento.

  • CHE COSA SONO LE CIRCLESONG?
    Le Circlesong sono impro guidate in cui il coro, diviso a sezioni, esegue ripetendo le varie proposte insegnate dal conduttore. La voce è utilizzata come strumento, movimento e respiro aiutano l’assimilazione delle parti. Questa forma di improvvisazione corale è molto vicina a come si tramandano i canti nelle varie etnie per trasmissione orale.

  • A COSA SERVONO LE CIRCLESONG?
    Le Circlesong sono una sano modo per ridare il giusto valore alla musica riscoprendo la necessità dei rituali nella vita di tutti i giorni. Con questa pratica non solo possiamo ricollegarci allo spirito della musica ma anche a noi stessi con una nuova forma di preghiera, di lode alla natura, di gioco che si trasforma in ricerca. Un'esperienza da godersi lentamente, respiro dopo respiro, e che va ben oltre il piacere individuale, in quanto ci mettiamo tutti al servizio della musica.

  • MEGACIRCLESONG : COME SI SVOLGONO?
    Durante i nostri eventi apriamo le porte al pubblico, anche a chi non ha mai cantato in vita sua, e condividiamo questa pratica con chi è curioso.
    Normalmente queste serate si compongono di tre fasi

  • Viene fatta una breve introduzione da parte di Oskar Boldre, che spiega in breve cosa accade e come approcciarsi alla circlesong, non solo a livello pratico.
  • Assieme alle Ancore d'Aria vengono mostrati i gesti principali che il conduttore usa nella conduzione
  • Si inizia a cantare...tutti al servizio della Musica.



  • COSA SIGNIFICA PER NOI CONDIVIDERE LA PRATICA DELLA CIRCLESONG
    Per noi la circlesong è un momento sacro. Usiamo questa parola cercando di spogliarla da qualsiasi connotato religioso, e concentrandoci esclusivamente sull'importanza del momento e di come vogliamo coinvolgere lo spettatore/partecipante in maniera attiva. Ognuna di queste serate è unica nel suo genere...lasciatevi sorprendere! Le Circlesong sono una forma di canto improvvisato molto democratica: alla portata di tutti; tutti possono far parte del cerchio e, potenzialmente, tutti possono essere dei conduttori. La voce è usata come strumento proprio per abbattere le frontiere linguistiche religiose e culturali: un'attività pacifica dal grande valore sociale.

 

  • VI INVITIAMO ALLA MEGACIRCLESONG...CON UNA PREGHIERA
    chiediamo che sia rispettato il luogo sacro ove la musica nasce e muore: IL SILENZIO. Il silenzio, è anche un sereno e gioioso stato d'animo in cui aspettiamo che la musica ci tocchi, il silenzio è anche attenzione e non distrazione, esserci tutti insieme e esser pronti per un nuovo viaggio verso l'ignoto. In silenzio si ascolta vi aspettiamo! RINGRAZIAMO di cuore Bobby McFerrin per tutto quello che ha fatto e sta facendo per divulgare l'arte del canto in cerchio.

 

 

Far parte del gruppo Ancore d'Aria è qualcosa di speciale. Portando in giro il nostro lavoro attraverso concerti e seminari ci dimostra, attraverso le reazioni ed i feedback del nostro amato pubblico, quanto prezioso sia quello che facciamo.
Molto spesso le persone ci fanno delle domande a cui noi rispondiamo molto volentieri. Tuttavia ci siamo accorti che a volte l'interesse è più che semplice "mi piace quello che fate" e si trasforma magari in "vorrei farlo anche io ma...", e talvolta alcuni pregiudizi sulla struttura di un coro 'classica' può confondere, e noi siamo tutt'altro che una formazione normale.
Ecco perchè ci interessa che le persone possano avere da subito un quadro più chiaro di come siamo strutturati.

QUALI SONO I REQUISITI FONDAMENTALI PER FAR PARTE DELLE ANCORE D'ARIA?
Come diciamo sempre, la curiosità è la prima e più fondamentale delle qualità che un cantante dovrebbe avere per poter partecipare serenamente al lavoro che facciamo. Il lavoro sull'improvvisazione è molto intenso, tira fuori ciò che realmente siamo e necessita di questo colore. Dal punto di vista puramente tecnico e logistico, possiamo dare qualche buon punto di partenza, che tuttavia si differenzia da persona a persona:

  • Avere esperienza di canto: cosa si intende per esperienza? Aver già cantato in cori, gruppi vocali o ensemble che prevedano l'uso della voce, sia di tipo solistico che corale. Avere una minima tecnica di base quindi, è consigliato.
  • Saper leggere la musica: non è fondamentale. Il metodo di studio che utilizziamo si basa sull'ascolto, anche per quanto riguarda il repertorio. Specifiche le potete trovare alla prossima sezione.
  • Avere tempo per studiare: è necessario ed insindacabile. Avere tempo per studiare a casa è l'unico modo per poter progredire ed affrontare con serenità le prove.
  • Venire alle prove: nove incontri a stagione non sono moltissimi. Premettendo che la possibilità di dimostrare la propria preparazione non viene negata a nessuno, e avendo un calendario pronto già ad inizio stagione, ci teniamo a specificare che poter partecipare a meno del 50% degli incontri può impedire al corista di essere davvero pronto e coeso con il gruppo, e soprattutto per i nuovi, il primo periodo di tre mesi è necessario all'inserimento nell'organico.

CON CHE CADENZA SETTIMANALE FATE LE PROVE?

Ecco il primo esempio anomalo: le nostre prove sono a cadenza mensile. Il direttore, Oskar Boldre, non abita a Milano, dunque fare le prove in settimana sarebbe decisamente scomodo e poco utile, complice il traffico serale milanese. Le nostre prove si svolgono una volta al mese nel weekend, dalle 9.30 alle 19.00, noi li chiamiamo seminari poichè sono vere e proprie giornate di formazione a 360°. Ci sono anche alcuni incontri serali, non moltissimi durante l'arco della stagione, che possono svolgersi anche senza il direttore.

DUNQUE COME SONO STRUTTURATE LE PROVE?
Ricordando che le nostre prove sono a cadenza mensile, il lavoro è suddiviso in circa nove prove annue da circa sette ore ciascuna, esclusi gli extra serali da due ore, per un totale di una sessantina di ore annue, in media.

  • Come già detto, si inizia alle 9.30 del mattino. La prima ora, da ottobre a gennaio, viene dedicata alle nuove voci eventualmente selezionate durante le audizioni.
    Il direttore segue personalmente questa fase permettendo a chi si approccia al repertorio per la prima volta di ottimizzare il lavoro, fugare dubbi e perplessità del neofita, correggere errori e dare consigli personali.

  • Alle 10.15 arriva il resto del coro e, dopo un riscaldamento fisico e vocale, si passa all'improvvisazione. La mattina, sino alle 13.30, viene dedicata all'improvvisazione come parte integrante del lavoro del corista; un training che comprende esercizi per affinare le capacità personali dell'improvvisatore e momenti di affiatamento del gruppo.

  • Il pomeriggio ricomincia alle 15.00 con il lavoro sul repertorio. Si ripassano i brani già assimilati e si lavora per costruire quelli nuovi. Alla fine del pomeriggio viene dedicata un'ora circa al preziosissimo lavoro sulla circlesong.
  • Le prove serali si svolgono dalle 21.00 alle 23.00 e prevedono unicamente il ripasso del repertorio.

MA QUINDI COME STUDIO A CASA?
Lo studio a casa è supportato in diversi modi: all'interno del nostro sito c'è una sezione privata invisibile ed inaccessibile al pubblico, suddivisa in sezioni dalle quali è possibile scaricare tutto il materiale audio e cartaceo. Per ogni brano vengono forniti dei DEMO AUDIO, cantati da Oskar e da altri coristi, contenenti gli spartiti e le versioni COMPLETE e a VOCI SEPARATE. Lo studio inizia ascoltando la voce della propria sezione (B/T/C/S) ed imparandola, per poi testare l'effettività dello studio con le versioni complete.

SI PUO' FARE SOLO IMPROVVISAZIONE O SOLO REPERTORIO?
No. Entrambe le facce della medaglia sono essenziali, e la coesione del gruppo viene nutrita da questi due aspetti uniti. Il lavoro di impro e repertorio è indivisibile.

I SEMINARI HANNO UN COSTO?
Si. Il costo di ogni giornata di formazione è di 70 €, 50 € per studenti e disoccupati.

AVETE UNA SEDE FISSA PER LE PROVE?
Negli anni le sedi delle prove sono variate molto. Negli ultimi due anni siamo molto contenti di aver 'fatto il nido' in una sede che ci piace molto presso Spazio Lambrate, in cui svolgiamo la maggior parte dei seminari, audizioni e mega-circlesongs. Le prove serali invece si svolgono principalmente in via Montevideo, presso la sede di un gruppo di teatro, sede storica delle Ancore d'Aria.

QUANTI CONCERTI FATE DURANTE L'ANNO?
Il numero di concerti può variare da nessuno a quattro/cinque annui.

POSSO EVITARE I CONCERTI?
Assolutamente no. Il concerto, oltre ad essere il modo per concretizzare il lavoro che si fa durante l'anno, è un momento di crescita del gruppo e del corista, è un importante faro per promuovere il nostro lavoro (forse il più importante, aggiungeremmo) e oltretutto ci si diverte un casino.

 

Nella speranza di aver fugato la maggior parte dei dubbi, nel caso aveste questioni più specifiche vi invitiamo a contattarci via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure direttamente su facebook.

 

 

 

L'IMPROVVISAZIONE

I concerti delle Ancore d’Aria si articolano e si intrecciano tra brani del repertorio ed im- provvisazioni. Il gruppo ed il suo direttore sono estremamente grati all’immenso lavoro svolto da McFerrin e il suo coro Voicestra. La forma di improvvisazione da loro riportata alla luce, denominata “Circlesongs”, è quanto di più antico esista nell’uomo e nella sua innata necessità di ritrovarsi attorno ad un fuoco per raccontarsi e condividere delle storie. Oskar Boldre oramai da una decina di anni è in costante contatto con alcuni dei membri fondatori della Voicestra (Rhiannon, Joey Blake, David Worm: WeBe3) con i quali ha potu- to conoscere da vicino questa arte di condurre improvvisazioni vocali. Con le Ancore d’Aria Oskar Boldre ha ulteriormente sviluppato le tecniche e le possibili relazioni che si possono creare all’interno di una Circlesong: un articolato uso della gestualità unito al grande affia- tamento del gruppo permette di “spiccare il volo” creando delle improvvisazioni sorpren- denti e ricche di dinamiche, con contrasti e differenti habitat coinvolgendo il pubblico con diverse e raffinate modalità. Le Ancore d’Aria hanno deciso di non mettere sui cd le impro in quanto è necessario partecipare attivamente ai concerti per apprezzarle e comprenderle appieno.

per ricevere informazioni generiche: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

per proporre date concerti e spettacoli: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

per farsi spedire materiale stampa, logo, volantini, elementi web, banner: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

per informazioni tecniche ed amministrative: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  / +39 338 89 65 838

OPPURE INVIACI DIRETTAMENTE LA TUA RICHIESTA QUI

IL REPERTORIO

Ancore d’Aria rompe gli schemi, spazia e ricerca tra i diversi generi nuovi orizzonti percorribili. Gli arrangiamenti di Oskar Boldre enfatizzano le doti di versatilità e duttilità stilistico/timbrica del gruppo. Molti brani non usano il linguaggio delle parole bensì un linguaggio oltre i linguaggi fatto di colori vocali che attingono alla grande forza primordiale di quei suoni nati ben prima della parola.

Grazie a questo allenamento attorno all’arte del suono Oskar Boldre e l’orchestra vocale coinvolgono gli ascoltatori da cuore a cuore, aldilà degli stili e delle categorie musicali. All’interno del vasto repertorio, si possono individuare due filoni musicali che danno vita a differenti proposte di concerto.

PROG ROCK

originali rivisitazioni di brani di: Frank Zappa, King Crimson, Quintorigo,Yes.

WORLD CHORAL MUSIC

originali rivisitazioni di brani di: Alfio Antico, Arto Tuncboyacyan, Bobby McFerrin, Luisa Cottifogli, David Torn, Dulce Pontes, Manu Dibango, Jan Garbarek, Sainkho, Tamia, le Voci Bulgare, Zap Mama.

Nel repertorio sono presenti anche brani originali scritti e arrangiati da Oskar Boldre

Please prove you are human!
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta